Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato

Consento pienamente con le lodi meritate dalla nostra magnifica gente, con i riconoscimenti tributati ai nostri scienziati, che non sono secondi a nessuno, e non sto qui a dissertare sugli sprechi,sulle connivenze di poteri, su quello che potrà accadere, quando la voce della miseria si farà sentire in inevitabili assembramenti   consentiti o addirittura vietati. Certo …

Chi vivrà, vedrà!

Intanto lodiamo le responsabili propositive e fattive coscienze cittadine Buongiorno Napoli non ama le frasi fatte, neppure quelle che passano in proverbio come l’allusione al somaro mascherato. Quell’asino pretese di ottenere onore e stima dal mondo e si celò in un ammanto degno di un personaggio d’alto affare. Quella imponente esteriorità era così vistosa e …

Conosco il meglio ed al peggior m’appiglio

Dal latino ci giunge questa palese contraddizione che è significativa dell’insipienza e del generalizzato comportamento degli esseri umani. approvare ed esaltare le cose migliori e seguire quelle peggiori è un dato di fatto sconvolgente che ci viene da lontano e che i nostri grandi poeti spesso hanno confessato tra i loro inveterati errori. La saggezza …

Aspettando Godot

Un saluto porta bene anche come semplice augurio di buona salute. Con l’indimenticabile amico Renato De Falco, dopo aver esaminato alcune modalità di salutarsi nel mondo praticabile, scegliemmo un nostro modo di porgerci a vicenda, incontrandoci, un cenno benaugurante, barocco certamente, imperfetto come tutte le cose di questo mondo, ma efficace, desunto dalla tradizione spagnola: …

Le botteghe delle arti e dei mestieri

Quelli che mi restano impressi nella memoria, erano veramente uomini-territorio. Del rione conoscevano tutte le pietre che cantano, chiese, portali, monumenti, emblemi e simboli connotativi di fasti araldici e di testimonianze che i grandi della storia vollero a loro perenne gloria celebrativa. Il vivacissimo ingegno, che appartiene a tutti i costruttori d’umanità, e a quegli …

L’orgoglio civico: i propri autorevoli riferimenti

La voce comune, poco propensa a riconoscere i pregi di quei diavoli dei napoletani cui era toccato in sorte di vivere in un Paradiso, generalizzando, li caratterizzava nel passato,  di cui mai si è spenta l’eco,come poco propensi al lavoro e furbescamente attivi nell’arte di arrangiarsi. Non vale neppure la pena di discuterne nei nostri …

Nel nome di Totò il riscatto dei quartieri spagnoli

In questo numero ho avuto la possibilità di compiacermi due volte del ben fare di Napoli: se fa da sé, fa per tanti e mostra il suo vero volto. Mi riferisco a un’iniziativa di lavoro produttivo, che figura in un’altra nota, in queste pagine, e ad una iniziativa che mira a “sovvertire” la condizione dei …

I giorni che profumano di scuola

Mi commuovono. Mi ritrovo in quell’atmosfera che tante volte ho vissuto in prima persona  e con doppio batticuore quando si è rinnovata negli anni scolastici dei miei figli. Poi sono stata io ad accogliere i fanciulli che mi sarei trovata in classe per un triennio e così questa gioiosa e pensosa emozione continua ad accompagnarmi …

Turnammo a accummincià: ‘A scola ‘e mo

Portalo a’ scola e portalo p’ ‘ a mana: ‘e libri a ninno nun ce fa’ manca’… dille che papà suio sta luntano… Mi torna alla mente un’antica canzone particolarmente impregnata di retorica e suadente all’impegno civile e militare. Non mi è dato di sapere, se quei versi e note che ebbero una vasta diffusione …