Cultura e Tradizioni

Un francobollo speciale per Napoli, nel segno della ripartenza

La ripartenza è il tema centrale di questo periodo che vede una lenta e faticosa uscita dalla pandemia, a partire da 6 fra le più note città d’arte italiane, Napoli, Roma, Milano, Firenze, Venezia e Palermo, alle quali è dedicata una serie di francobolli tematici, la serie Turistica “il patrimonio naturale e paesaggistico”, emessa da Poste Italiane e dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il francobollo dedicato a Napoli ritrae una veduta di Piazza del Plebiscito particolare, una piazza vuota dalla quale si vede uno scorcio del Vesuvio illuminato dalle prime luci dell’alba, segno di speranza e di rinascita, sottolineato dall’annullo postale “L’Italia riparte, Napoli ti aspetta”, un invito ai turisti a ritornare a visitare le bellezze sia storiche che paesaggistiche partenopee.

Per ogni città sono state realizzate delle cartelle filateliche  che contengono il francobollo singolo, una quartina, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione. La cartella filatelica dedicata a Napoli rappresenta una veduta, disegnata in bianco, della Basilica di San Francesco di Paola, accompagnata dalla presentazione del Sindaco Luigi de Magistris:

I colori dell’alba, la rinascita quotidiana della luce, l’aria fresca e promettente del mattino; mai come in questo momento la bellezza del giorno è metafora della speranza che si riaccende in ogni angolo del pianeta. In piazza del Plebiscito c’è un punto da cui appare la linea del Vesuvio e alle sue spalle sorge il sole; un’immagine che oggi esprime il nostro desiderio di ripartire dalla luce. Napoli è un luogo ideale per ritornare alla pienezza del vivere: i colori, gli odori, i suoni, il cibo di questa città sono una provocazione continua per i sensi. I suoi ventotto secoli di storia fanno innamorare i visitatori con un viaggio attraverso culture ed epoche che hanno lasciato tracce di sconfinata bellezza” 

La filatelia non si sofferma solo sul tema della ripartenza in rapporto al turismo, ma si estende anche a tutte le attività economiche a partire dai prodotti tipici locali. In occasione dei suoi 40 anni, il Consorzio di Tutela della mozzarella di Bufala Campana Dop, in collaborazione con la Divisione Filatelia di Poste Italiane, ha realizzato una serie di cartoline ad edizione limitata ed annullo postale speciale, dove sono ritratte, al fianco delle diverse fasi di lavorazione della mozzarella, le immagini delle aree di produzione con le relative bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche, come ad esempio la Reggia di Caserta ed i Templi di Paestum.

Napoli e la mozzarella di bufala diventano, attraverso il francobollo e la cartolina, simboli di ripartenza dell’economia Italiana, a partire dal turismo fino alle attività produttive tradizionali che vedono il made in Italy come una eccellenza capace di conquistare sempre nuovi mercati, generando posti di lavoro.

Il francobollo e la cartolina, due oggetti del passato, utilizzati come strumento per unire l’umanità nella fase di uscita dalla pandemia: il francobollo, che rappresenta i servizi postali, che collegano un mondo unito nella lotta alla pandemia e la cartolina, usata di solito come ricordo di un bel viaggio, ed ora utilizzata per esaltare non solo le bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche ma anche per esaltare le eccellenze enogastronomiche, in una prospettiva di ripartenza e di rinascita.

15.07.2021

Potrebbe piacerti...