Natura e Benessere

Arriva la primavera! Come rendere i nostri balconi ed i nostri giardini paradisi per i gli insetti impollinatori

Le settimane scorrono e per quanto le nostre normali attività si siano momentaneamente congelate, non si può dire lo stesso per la natura.

Le giornate iniziano a essere meno fredde, nel cielo si cominciano a vedere e sentire alcuni degli uccelli migratori e l’aria si riempie del profumo dei fiori. Insomma, è arrivata la primavera! Questo periodo dell’anno porta con sé una ventata di allegria e una crescente voglia di trascorrere le giornate all’aperto per scoprire le bellezze che questa stagione ci offre. Eppure non abbiamo necessariamente bisogno di un bosco o di parchi incontaminati, possiamo sfruttare il nostro balcone o il nostro giardino per guardarne le meraviglie. Una delle cose affascinanti da poter osservare è la laboriosità degli insetti impollinatori. Le api, i bombi, i coleotteri e le farfalle sono solo alcuni tra questi e sono molto importanti poiché mantengono la biodiversità vegetale. Come ci riescono? Durante le loro attività di ricerca del nettare volano da un fiore all’altro, ed è proprio così facendo che attuano l’impollinazione. Il polline aderisce all’insetto che involontariamente lo trasporta su altri fiori consentendo così la riproduzione delle piante attraverso la formazione di nuovi vegetali.

Il ruolo di questi piccoli insetti è davvero stupefacente e soprattutto molto importante poiché mantengono un equilibrio delicato ed essenziale per la vita della terra. Questi, però, stanno diminuendo vertiginosamente a causa dell’inquinamento, della riduzione del loro habitat e per il continuo uso di insetticidi e pesticidi.

Tuttavia nel nostro piccolo possiamo aiutarli piantando e abbellendo il giardino o il nostro balcone con piante e fiori, facendolo diventare un piccolo paradiso per gli insetti. Vastissima è la lista da cui scegliere: possiamo piantare gelsomini, margherite e calendule, oppure optare per le piante aromatiche.

Potrebbe piacerti...