Divagazioni

Talvolta, nel darvi il Buongiorno, ci piacerà cavare dal teraturo, antichi versi anonimi, di ostinati cantori della bellezza antica. Risentirete parlare di Papele, diminutivo di Raffaele, che in umili, ma appassionate rime, celebrò la sua Musa.  SCIURE E FRITTURE ’A primma puesia ce la screvette propetamente sotto miezejuorne, all’ora d’ ’a marenna, tutte ’o sanno, …

Divagazioni

Talvolta, nel darvi il Buongiorno, ci piacerà cavare dal teraturo, antichi versi anonimi, di ostinati cantori della bellezza antica. Risentirete parlare di Papele, diminutivo di Raffaele, che in umili, ma appassionate rime, celebrò la sua Musa.  ‘NAMMURATO D’AMMORE Fenesta sfravecata, piccerella, degna curnice d’ ’a passiona mia, fall’affaccia’ chillu capolavoro vivente che me sta facenno …

Ad Aldo Masullo, che lume porta all’universo dei mondi

Che tu sia filosofo per filosofi è innegabile: lo conferma la veggenza che illumina le tue pagine appassionate;   in   quelle   molti   semi   eletti,   di   già   intensamente   vissute   intuizioni   essenziali, confluiscono nella più recente semina del raccolto delle tue  ricerche. Hai voluto che fruttificassero in quel sapere con sapore che sostanzia i doni delle tue produzioni …

Tammorre pellegrine in canto e ballo nei santuari mariani

– La pietas invoca soccorso contro la pandemia – Mi giunge notizia che, per iniziativa delle Paranze di noti Maestri delle Tammuriate e di Associazioni che tutelano i culti mariani in Campania, dal 14 agosto al 13 settembre 2020, si muoverà un pellegrinaggio d’arte che toccherà sette santuari campani dedicati alla Madre di Dio. Trovo …

Conosco un tale…

L’ho incontrato dall’ortopedico, che non riusciva a crederci: l’estenuante, incessante, ostinato zapping, prolungato per vari mesi, aveva reso elefantiaco il pollice destro del suo paziente, venuto a consultarlo per un rimedio che ripristinasse le funzioni di quel dito che gli era carissimo dalla prima infanzia, perché sostitutivo del ciuccio, quando gli veniva sottratto. Nell’inerzia forzata …

Giovanni Capurro e l’amore sublime: “A Chiarina”

Carducci, innamorato di Lidia, Delia, Lalage, la chiacchierina, se avesse letto senza pregiudizi A Chiarina di Giovanni Capurro, vi avrebbe veramente trovato del nuovo per l’idea amorosa. Può una donna essere gelosa della Poesia che ella stessa ha fatto intuire per illuminazione a chi l’ha posta in cima ai suoi pensieri? L’appassionato amante credeva di …

Aspettando Godot

Un saluto porta bene anche come semplice augurio di buona salute. Con l’indimenticabile amico Renato De Falco, dopo aver esaminato alcune modalità di salutarsi nel mondo praticabile, scegliemmo un nostro modo di porgerci a vicenda, incontrandoci, un cenno benaugurante, barocco certamente, imperfetto come tutte le cose di questo mondo, ma efficace, desunto dalla tradizione spagnola: …

Guido Infante Il ceramista maiuscolo, che ha inventato i calchi di cielo prima ancora di farsi viandante nell’universo dei mondi

Il ceramista maiuscolo, l’amico che per mezzo secolo mi piacque connotare cosi, distinguendolo da molti, che mai furono come lui originali, è uscito dal mondo, rimpianto da quelli che lo amarono e che ne apprezzarono sentimenti ed ingegno. Le mani dell’arte magnifiche cose fanno, ma se la Grazia non le eleva alla poesia, hanno prezzo …

L’orgoglio civico: i propri autorevoli riferimenti

La voce comune, poco propensa a riconoscere i pregi di quei diavoli dei napoletani cui era toccato in sorte di vivere in un Paradiso, generalizzando, li caratterizzava nel passato,  di cui mai si è spenta l’eco,come poco propensi al lavoro e furbescamente attivi nell’arte di arrangiarsi. Non vale neppure la pena di discuterne nei nostri …

Raffaele Bocchetti: divine terre d’infinita poesia.

Dove il sole dardeggia di purissima luce sublimi armonie nei massimi fulgori, Bocchetti   affigge   la   vista   della   mente   e   del   cuore   a   ritrovare,   scoprendola sempre   nuova,   l’amata   terra   flegrea   che   dall’ancestro   elargisce   lirici trasalimenti, proponendo, nel contempo, alla sfera emotiva visioni convulse e moniti d’orride soglie oltremondane. La tradizione mitica degli archetipi dell’effimero, della precarietà …